Messaggio di errore

  • Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in i18n_book_navigation_set_breadcrumb() (linea 226 di /home/p578580c/public_html/sites/all/modules/i18n_book_navigation/i18n_book_navigation.module).
  • Notice: Trying to access array offset on value of type bool in i18n_book_navigation_preprocess_i18n_book_navigation() (linea 429 di /home/p578580c/public_html/sites/all/modules/i18n_book_navigation/i18n_book_navigation.module).
  • Notice: Trying to access array offset on value of type bool in i18n_book_navigation_preprocess_i18n_book_navigation() (linea 430 di /home/p578580c/public_html/sites/all/modules/i18n_book_navigation/i18n_book_navigation.module).

Azione C.5

Promozione di un modello di gestione spaziale e dinamico della flotta a palangaro di superficie per ridurre il bycatch di C. caretta e corretta manipolazione degli individui catturati

Lo scopo di questa azione di conservazione è quello di ridurre le catture accidentali (bycatch) e la mortalità degli individui di C. caretta presenti al largo della costa ionica calabrese da parte delle barche che praticano la pesca con il palangaro di superficie per la cattura di tonni e pesce spada.

L’azione consiste nell’imbarco di 5 operatori del progetto a bordo di 5 barche a palangaro (di piccola-media scala) operanti al largo della costa ionica calabrese reggina e in particolare nell’area di pesca prospicienti le spiagge di nidificazione. Questi operatori forniscono materiali, informazioni e training su due tipi di best-practice: 

  • La prima best-practice consiste nel ridurre lo sforzo di pesca nelle aree di maggior aggregazione di tartarughe, col risultato di ridurre le catture accidentali. L’azione si svilupperà attraverso due fasi: (1) utilizzo della mappatura attualmente disponibile; (2) aggiornamento delle mappe e delle zone di cattura e loro comunicazione periodica alla flotta. La gestione spaziale della flotta verrà inoltre potenziata grazie allo sviluppo e applicazione di un sistema di comunicazione tra le barche aderenti al progetto (fleet communication system). Tale sistema avrà lo scopo di segnalare, in tempi più rapidi rispetto a quelli necessari per l’elaborazione della nuova mappatura, i punti e le zone in cui si saranno concentrati gli eventi più recenti di catture accidentali affinché vengano escluse dalle aree di pesca. Uno specifico protocollo di comunicazione tra le barche verrà elaborato e successivamente illustrato ai pescatori dagli operatori del progetto durante le campagne di pesca.
  • La seconda best-practice consiste nel trattare le tartarughe catturate accidentalmente in modo tale da ridurne l’elevata mortalità successiva al rilascio. Ciascuno dei 10 pescherecci coinvolti nel progetto viene fornito di un turtle kit, costituito da tutti gli strumenti necessari per una corretta manipolazione delle tartarughe accidentalmente catturate (1 guadino da pesca per issare l’animale a bordo, 1 pneumatico su cui adagiarlo, 2 apribocca, 1 tronchesina e 3 tipi di slamatori). Questo turtle kit viene fornito dagli operatori del progetto dopo un adeguato numero di dimostrazioni pratiche e la verifica del loro corretto utilizzo da parte dei pescatori. Gli operatori del progetto spiegheranno ai pescatori le tecniche di manipolazione, rimozione degli ami esterni e rilascio degli individui accidentalmente catturati, tramite dimostrazioni pratiche nel corso delle operazioni di pesca, per un minimo di 2 mesi di training. Si prevede di completare questa fase di training e di fornitura turtle kit durante la prima stagione di pesca seguita dal progetto. Questa azione prevede la consulenza di esperti del settore dell’ecologia delle tartarughe marine e della pesca.

L’esatto periodo di svolgimento dell’azione dipende dal tipo di pesca e di specie target intrapreso dai pescatori in un determinato anno, ma comunque è compreso tra giugno e settembre 2014.

Stato di Avanzamento

adidas